La seconda edizione del Greenweez Paris Major Premier Padel, conclusasi questa domenica al Roland-Garros, è stata coronata dal successo. Un rapido sguardo ai numeri lo conferma:

  • 37 000 spettatori sono accorsi al Major parigino, con un incremento impressionante di quasi il 50% rispetto alla prima edizione. Solo per le semifinali di sabato 9 settembre e per la finale di domenica 10 settembre sono stati presenti più di 8 spettatori ogni giorno.
  • 12 soci hanno sostenuto il Greenweez Paris Major 2023. Tra questi, cinque hanno fatto la loro prima apparizione: Alpine, Veolia, Fun Radio, ISDIN e Forest Hill.
  • 134 giochi sono state giocate nell'arco degli 8 giorni di gara.
  • Il torneo distribuito più di un milione di euro del premio in denaro, nel rispetto della parità tra uomini e donne.
  • Luoghi 2 200 sono stati gentilmente offerti a diverse organizzazioni sociali e solidali, partner storici della Federazione.

Allo stesso tempo, la Federazione Francese di Tennis (FFT) sostiene attivamente lo sviluppo di padel in Francia, uno sport in netta crescita. Alcune statistiche evidenziano questa progressione:

  • Il numero di praticanti da raggiungere è esploso 400 000, rispetto a 260 nel 000 e 2021 nel 186.
  • 37 000 le persone ora hanno una licenza padel.
  • La Francia ora conta 1 lotti di padel, dispersi tra 637 club e strutture private.

Gilles Moretton, presidente della FFT, ha condiviso il suo entusiasmo: “Questa seconda edizione del Greenweez Paris Major ha superato di gran lunga le nostre aspettative. Organizzare questo Major al Roland-Garros l'anno scorso è stato ardito, ma il pubblico ha risposto, mostrando il proprio entusiasmo per questo sport in cui l'élite mondiale si è distinta. Il Greenweez Paris Major è una vera leva per la promozione del padel, uno sport spettacolare ed impegnativo. Con oltre 1 licenziatari FFT, il padel occupa un posto di scelta. La nostra ambizione non è solo continuare a sviluppare questa disciplina, attraverso la costruzione di campi e l’organizzazione di competizioni di alto livello, ma anche favorire una maggiore partecipazione femminile. »