Piccolo ma forte. Ecco come potremmo descrivere Alvaro Cepero, questo giocatore andaluso al grande bocca. A Tweet, esprime la sua incomprensione in relazione ai tornei.

Alvaro Cepero è un giocatore eccezionale che non ha la lingua in tasca… e tanto meglio perché è importante che qualcuno dica ad alta voce quello che tutti pensano a bassa voce. Sui suoi account Twitter o Instagram, possiamo spesso leggere la sua opinione sul padel, ma anche sullo sport in generale o sulla vita nel suo paese, la Spagna.

Questa volta, il suo sproloquio riguarda il'assenza di tornei Challenger, che consentono ai giocatori che generalmente accedono ai tavoli finali dell'Open e del Master WPT (come lui) di guadagnare i pochi punti extra assicurando loro di mantenere il loro posto.

Per guadagnare punti ci sono diversi metodi. Il numero sempre crescente di tornei FIP e dei tornei che conosciamo dal WPT.

Giocatori come Cepero, a causa della loro classifica, non sono autorizzati a partecipare ai tornei FIP, e per loro, passare i giri al tavolo finale del WPT sta diventando sempre più difficile.

L'anno scorso, WPT Challenger Inoltre permetteva ai giocatori un po 'meno forti di divertirsi nei tornei più al loro livello. Non ce ne sono stati in questo anno speciale a causa del Covid-19, ma nulla dice che non torneranno nel 2021!

Julien Bondia è un insegnante di padel a Tenerife. È il fondatore di AvantagePadel.net, un software molto popolare tra club e giocatori di padel. Editorialista e consulente, ti aiuta a giocare meglio attraverso i suoi numerosi tutorial padel.