Battuto nel tie-break del terzo set con la compagna di squadra Teresa Navarro, la francese Léa Godallier (36° al mondo) torna calda su questa partita, persa 1/6 6/3 6/7.

Padel Magazine : Cosa ricordare di positivo e di negativo dopo la partita?

Lea Godallier : “Quando abbiamo il riposo, anche se perdiamo il primo o il secondo punto della partita, dobbiamo essere positivi qualunque cosa accada. Forse è quello che ci è mancato: quel qualcosa in più, un po' di follia, godere del sostegno del pubblico. È l'unico rimpianto che ho perché con le armi del giorno non so se avremmo potuto fare meglio perché onestamente non sto facendo una partita molto buona, ho già giocato molto meglio in campo World Padel Tour – Non so se è la pressione di giocare in casa, proverò ad analizzarla freddamente. Forse avremmo dovuto sforzarci di più. »

Padel Magazine : In effetti, in pubblico, gli intenditori si sono rammaricati che tendi a tornare indietro piuttosto che avanti...

LG: “Ecco fatto, dicendo 'restiamo in rete, possiamo arrivarci anche se ci tirano un pallonetto', ma almeno fa la differenza su uno o due tiri. »

Léa con la sua compagna Teresa Navarro.

Padel Magazine : Quando ti vediamo giocare, ci diciamo che hai tutte le armi per ferire, ma che a volte esiti a colpire forte oa fare raffiche di taglio più incisive. Condividi questa opinione?

LG : "Sì ! Questa è una delle mie linee di lavoro. Ma quando gioco in Francia è diverso, perché gioco a sinistra. Indipendentemente dagli avversari, è diverso perché non mi alleno molto a sinistra. Direi che negli eventi del WPT dovrei attaccare di più, mandare un po' di più, grandi successi. Per un giocatore come me, abituato a non mancare, accettare di sbagliare tenendo duro ancora un po' per me è ancora difficile, non è per niente naturale. Quindi ci stiamo lavorando!”

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Club des Pyramides nel 2009 nella regione parigina. Da padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia per coprire i principali eventi di padel français.