Fine dell'avventura al WPT Buenos Aires Master per Leo Augsburger e Tino Libaak. I giovani argentini di 18 e 17 anni hanno logicamente subito la legge dei numeri mondiali Juan Lebron e Ale Galan ieri sera a La Rural, in 1h07 di gioco.

Tuttavia, questi due giocatori ancora classificati 276° e 323° saliranno presto nella gerarchia del WPT poiché è ovvio che il loro potenziale è importante. Se hanno perso 6/4 6/2 senza convertire nessuno dei loro 7 break point, hanno mostrato un potenziale offensivo distruttivo, con 28 punti vincenti segnati, tanti quanto Galan e Lebron.

Leo Augsburger (a sinistra) in assenza di gravità.

Meno favorevole per loro, invece, il record di falli non provocati (18/9), così come quello del punto de oro: ne ha segnato solo uno su sette disputati. Ma avranno proprio spinto sette volte al punto decisivo i migliori giocatori del mondo, a riprova che il divario non è poi così grande.

Quindi non dovremmo tardare a parlare dei due nuovi Puledri Nox, che ha deciso di tentare l'avventura in terre spagnole.

Nei quarti di finale, Juan Lebron e Ale Galan hanno appuntamento questo venerdì con Paquito Navarro e Mike Yanguas. Gli altri poster sono i seguenti: Di ​​Nenno / Nieto vs Tapia / Sanyo; Rico/Gutierrez contro Bela/Coello e Lima/Stupa contro Chingotto/Tello.

Seguiranno i quarti di finale WPT-TV.

Dopo 40 anni di tennis, Jérôme cade nel piatto del padel nel 2018. Da allora ci pensa tutte le mattine mentre si rade… ma non si rade mai il pala in mano! Giornalista in Alsazia, non ha altra ambizione che condividere la sua passione con te, che tu parli francese, italiano, spagnolo o inglese.