Non seppelliamolo World Padel Tour. Primo, perché è lontano dall'essere a terra. Può ancora rinascere dalle sue ceneri, ma ciò richiederà un cambiamento radicale nella sua politica e sicuramente una ristrutturazione totale del suo ambiente.

Che sia pro o anti, il WPT offre il meglio di padel professionista dal 2013 e non è niente. Questo circuito potrebbe sorprenderci ancora?

La fine di una gestione obsoleta?

Le World Padel Tour è in una situazione difficile. Perdita di fiducia dei giocatori, critiche alla Federazione Internazionale di Padel...

La versione WPT Estrella Damm sembra alla fine di un ciclo. Se il WPT vuole sopravvivere, il proprietario del circuito professionale potrebbe non avere scelta: recedere prima che sia troppo tardi o almeno passare il testimone ad un altro azionista di maggioranza.

Estrella Damm ha ancora questa possibilità di uscire al primo posto e impedire che la situazione sia definitivamente irrimediabile perdendo tutto il lavoro svolto fino ad ora. Il buon senso finanziario avrà sicuramente la meglio su tutto il resto.

La salvezza del WPT passerà attraverso a cambio di proprietari ? In ogni caso, questa strategia avrebbe potuto essere avviata diversi mesi fa. Se infatti osserviamo quanto accaduto nel 2021, il gruppo spagnolo Estrella Damm, titolare del circuito, si è già preparato in aprendo la sua capitale per esempio a Rucio Investimenti. Un nuovo presunto azionista”infondere nuovo dinamismo e una cultura aziendale più umana che dovrebbe piacere a tutti e in primis ai giocatori professionisti“, secondo fonti vicine al WPT.

La versione WPT Estrella Damm è finita?

Un tour gestito da un marchio di liquori potrebbe non essere compatibile con un'evoluzione ottimale in tutto il mondo. È in ogni caso un rimprovero che viene rivolto al WPT, in particolare dalla Federazione Internazionale di Padel. Pertanto, modificando la struttura del World Padel tour, ciò porterebbe una nuova dinamica rispondendo ad alcune critiche alla FIP.

Una Federazione Internazionale di Padel il quale, dopo essere stato criticato per l'organizzazione dei campionati europei di Marbella, viene messo in dubbio da alcuni che ritengono che il “World Padel Tour gli ha portato molto” e che oggi è in procinto di “pugnalato alle spalle“. In questo contesto, non sembra garantito vincere tutti i voti e il WPT ha sicuramente ancora una carta da giocare.

Marbella Europea padel campionato corte centrale 2021

Sopra "dimenticherò” questo episodio con l'aiuto del libretto degli assegni?

Cosa c'è dietro la strategia di comunicazione del World Padel Tour in questo periodo di crisi? Il suo silenzio è criticato quasi all'unanimità. È possibile un cambio di tendenza?

La buona notizia è che è facile dimenticare e ricominciare quando seguiranno i mezzi finanziari e strutturali...

In 2018 l' World Padel Tour era allineato con ilNetwork, Padel Tour e aveva fornito garanzie ai giocatori per convincerli a continuare con lui. Il malcontento di alcuni non si era dissipato dall'oggi al domani e le parole di Ale Galan lo ricordano senza concessioni.

Perché oggi dovrebbe essere diverso? Alla fine, abbiamo sempre un po' paura del cambiamento.

E se il file World Padel Tour allineato con le offerte dei suoi concorrenti?

E se il mondo Padel Tutto semplicemente ha accettato le richieste dei giocatori?

E se il file World Padel Tour tornato ancora più forte con una nuova squadra?

I giocatori sono la chiave per la salvezza del World Padel Tour. Una guerra legale tra tutte queste istituzioni sarebbe molto costosa e danneggerebbe il mondo padel.

In realtà gli obiettivi sono gli stessi per tutti: in primis, evitare che il nostro sport venga preso nel movimento a tenaglia delle forze avversarie. Perché in questo gioco tutti sarebbero dei perdenti... i giocatori prima di tutto!

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Club des Pyramides nel 2009 nella regione parigina. Da padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia per coprire i principali eventi di padel français.