Wendy Barsotti che fa parte del gruppo che volerà agli Europei di Marbella commenta la sua prima selezione per la squadra francese!

Uno stage decisivo

Padel Magazine : Questa selezione è la prima per te, te lo aspettavi?

Wendy Barsotti: All'inizio no, perché ero presente solo ad un raduno. Non ho fatto un'intera stagione di tornei in Francia e pensavo di avere molto da dimostrare. Pensavo di avere il livello per essere al campo, ma andando lì non pensavo che sarei stato selezionato per l'Europeo. Ma è vero che nel corso del tirocinio mi sono sentito sempre meglio e ho iniziato a crederci. Mi rende molto felice perché vedo che ho il potenziale e le capacità per unirmi al gruppo Francia, è molto incoraggiante per me. 

Padel Magazine : Il tirocinio è stato decisivo secondo te?

Wendy Barsotti : Credo di si. Robin voleva davvero vedere la forma, il livello di gioco, il desiderio e anche il modo di essere all'interno del gruppo di ogni giocatore presente durante questo corso. Secondo me, l'investimento in termini di allenamento ma anche partecipazione a tornei anche giocati (Nota dell'editore: all'inizio dell'anno, Wendy ha partecipato alla FIP Star a Nucia e alla FIP Star a Dubai).

“Più qualità a destra”

Padel Magazine : Con chi hai giocato durante questo stage?

Wendy Barsotti : ho giocato con Lucile Pothier, con cui giocherò i Campionati di Francia questa stagione, ma anche con Élodie Invernon, Alix Collombon e Yohan Boronad (Nota dell'editore: in assenza di Mélissa Martin e Jessica Ginier, Yohan Boronad è venuto a fare lo sparring). Mi sono davvero divertito con tutti i miei partner. Ho giocato la mia prima partita a sinistra e poi ho giocato solo a destra. Robin trova in me più qualità di giocatore di destra che di sinistra, cosa con cui sono d'accordo. So inoltre che conta su di me nella squadra come giocatore di destra.

Padel Magazine : Per te, ci sono vittorie che contano?

Wendy Barsotti: Penso che Robin abbia davvero guardato al livello di gioco e alle potenziali coppie che potrebbero funzionare per il Campionato Europeo. Però è vero che durante la partita di sabato pomeriggio mi sono sentito molto bene. Quindi ho dovuto mostrare il livello che avevo e il mio potenziale.

Wendy barotti francese padel negozio di dritto

 

Voglia di andare avanti

Padel Magazine : Quali pensi siano i tuoi punti di forza e di debolezza?

Wendy Barsotti: Trovo di essere un giocatore aggressivo, che cerca sempre di andare avanti perché lo sono comodo in rete. Penso che anche il mio successo sia un punto di forza. Per quanto riguarda gli assi da sviluppare, penso di avere ancora tante cose su cui lavorare perché sono solo due anni che gioco padel. Penso in particolare al lato tattico ma anche alla mia difesa. Sapendo che giocherò sulla destra, penso di avere molto lavoro da fare da quella parte.

Padel Magazine : Con chi ti vedi giocare agli Europei?

Wendy Barsotti: Mi trovo bene con tutte le ragazze. non ho non necessariamente preferibilmente. Vedremo cosa deciderà Robin. Penso di avere una buona capacità di adattamento con tutti i giocatori in generale, quindi penso di poter giocare con tutti i giocatori della squadra.

Padel Magazine : Una parola per la fine?

Wendy Barsotti: Sono molto motivato e molto orgoglioso di poter rappresentare il mio Paese in una competizione. È un obiettivo che mi sono prefissato ma so che questo è solo l'inizio di una nuova avventura che sta iniziando! Non vedo l'ora !

il team Padel Magazine cerca di offrirti dal 2013 il meglio di padel, ma anche sondaggi, analisi per cercare di capire il mondo padel. Dal gioco alla politica del nostro sport, Padel Magazine è al tuo servizio.