Il susseguirsi dei tornei e i viaggi pesano sulle organizzazioni. Dall'inizio della tournée sudamericana, infatti, si sono già registrati quasi una dozzina di ritiri o ritiri per infortuni.

Per il momento nulla di grave, ma alcuni inconvenienti che impediscono ad alcuni di proseguire. Per Alejandra Salazar e Claudia Jensen la colpa è della parte superiore (rispettivamente gomito e pettorale), per Tamara Icardo, Javi Ruiz e Ana Catarina Nogueira la colpa è della parte inferiore...

Se i giocatori fossero molto felici di vedere finalmente la guerra tra WPT e Premier Padel finendo di dover giocare qualche torneo in meno, il ritmo attuale, sicuramente meno sostenuto rispetto a quello dello scorso anno, resta comunque piuttosto traumatico.

Dall'inizio del torneo in Cile abbiamo già subito tre infortuni: Tamara Icardo e Salva Oria nel tabellone principale, oltre a Lucia Perez nelle previas.

I problemi sono diversi, nel caso di Salazar ad esempio è sicuramente in discussione il susseguirsi di partite importanti per anni, e ad un'età che comincia ad essere avanzata. Per i giocatori della previas che partecipano anche al FIP Tour e che quindi trascorrono il loro tempo viaggiando, sono proprio questi numerosi viaggi che prima o poi iniziano sicuramente a farsi sentire.

Pur sapendo ovviamente che gli infortuni sono una parte inevitabile della competizione, ci chiediamo se il ritmo attuale, con a volte tre settimane quasi senza riposo, e trasferte sempre più lontane e numerose, sia del tutto sostenibile a lungo termine...

Xan è un fan di padel. Ma anche il rugby! E i suoi post sono altrettanto incisivi. Preparatore fisico di diversi padel, scopre post atipici o tratta argomenti di attualità. Ti dà anche alcuni suggerimenti per sviluppare il tuo fisico per il padel. Chiaramente, impone il suo stile offensivo come sul campo di padel !