Il lunedì obbliga, gli spettatori sono meno numerosi della domenica sugli spalti del 4Padel dei colombiani. Ma uno di loro si diverte e non perde una briciola delle magnifiche partite di anteprima di Umano Padel Apri : José, 58 anni, di Sainte-Croix-Volvestre (Ariège). Ci racconta la sua nuova passione.

"Ho scoperto il padel tre anni fa, sono qui ed è un privilegio essere così vicino a questi giocatori, poterne osservare gli effetti, il potere. È già molto bello in TV, ma per essere vicini, come qui, è davvero diverso e anche meglio.

“Gioco due volte a settimana”

Ho iniziato padel a 55 anni provo a suonare due volte a settimana. Inizialmente, ero un giocatore di pelota basco. Dato che ora vivo due terzi del tempo in Portogallo, non posso praticare la pelota. Quindi alcuni amici in visita mi hanno dato una racchetta di padel : Ho iniziato così e trovo questo sport fantastico. Non gareggio ancora, ma sto iniziando a fare tornei interni al mio club.

E quando sono qui nel mio villaggio di Sainte-Croix-Volvestre, cerco di convertirmi padel giocatori del tennis club locale. Piace molto a tutti, anche tra ragazze o giovani. Il prossimo passo è forse la costruzione di almeno una pista in questo club, sarebbe perfetto. Il vantaggio del Portogallo è che affittare un terreno è più economico che qui. »

Jérome Arnoux Giornalista

Dopo 40 anni di tennis, Jérôme cade nel piatto del padel nel 2018. Da allora ci pensa tutte le mattine mentre si rade… ma non si rade mai il pala in mano! Giornalista in Alsazia, non ha altra ambizione che condividere la sua passione con te, che tu parli francese, italiano, spagnolo o inglese.