Puoi avere 55 anni ben sistemato e superare in grado il pedone padel ai giovani tennisti di talento, più potenti, più veloci e meglio allenati. Questo in sintesi lo scenario del P100 che si è svolto questo fine settimana alle 4Padel di Saint-Louis (*), nel sud dell'Alsazia.

La finale di questo torneo vedeva di fronte due famiglie: da una parte Philippe Fostier il padre (55 anni) e suo figlio Romain (23 anni), dall'altra i fratelli Tom e Noah Boutleux, quarant'anni tra loro. Questi ultimi, pur essendo al secondo posto nel tennis, non sono riusciti a imporre la loro velocità ei loro colpi offensivi contro una coppia più esperta, dove padre Philippe stava preparando il terreno per il devastante successo del figlio Romain. Il risultato è definitivo, 2/6 1/6 per i Fostiers.

Philippe Fostier (in blu) e suo figlio Romain.

Quest'ultimo aveva precedentemente eliminato nei quarti di finale un altro duo di fratelli, quello di Luc e Joël Sareczki, battuto 6/1 6/1. E nel tempo i Fostiers, decisamente spietati, hanno concesso solo quattro giochi a Thibaud Jaegy e Maxime Barthélémy.

I fratelli Boutleux, dal canto loro, hanno dovuto lottare nel quarto così come nel tempo, eliminando ogni volta nel super tie-break le coppie Cazenave/Fehr poi Baeumlin/Schwebel.

Questi ultimi si sono consolati lottando per vincere la partita per il 3° posto, mentre le altre gare di classifica hanno dato vita a grandi bagarre, per la gioia dei 24 partecipanti.

Le prossimo torneo a Saint-Louis sarà un P250, organizzato il 28 gennaio da Théo Uhl.

La classifica finale.

Dopo 40 anni di tennis, Jérôme cade nel piatto del padel nel 2018. Da allora ci pensa tutte le mattine mentre si rade… ma non si rade mai il pala in mano! Giornalista in Alsazia, non ha altra ambizione che condividere la sua passione con te, che tu parli francese, italiano, spagnolo o inglese.