Dopo essersi interessato origini sportive dei giocatori padel, ci tuffiamo nel cuore di un nuovo argomento: la questione del genere padel. Questa nozione è molto conosciuta nel mondo dello sport e lo vediamo in particolare nei numerosi dibattiti sulla parità di genere...

Una forte rappresentazione maschile

Dall'inizio delle indagini, i primi colloqui con i dirigenti dei club padel e i dati della FFT non lasciano dubbi sulla rappresentanza maschile nel padel in Francia e nel territorio di Orléans.

Innanzitutto a livello locale, i club di Orléans hanno affrontato in modo diverso la questione di genere all’interno della loro politica sportiva. Recensiamo 65% uomini tra le persone con un conto cliente su 4PADEL d'Orléans e la direzione del centro ci confidano che infatti gli uomini sono i più rappresentati in generale e sono soprattutto i clienti più abituali, compreso un gruppo di una ventina di uomini che venivano a suonare quasi ogni giorno. A Let Padel, Quentin e Victor De La Selle hanno una visione ancora più chiara con una stima basata su 90% uomini tra i loro clienti. Viene inoltre evidenziato il fenomeno della recidiva di alcuni clienti.

Il questionario è passato a 202 giocatori di padel riporta una media delle stime dei dati raccolti presso i due club. Tra le 202 risposte al questionario troviamo 163 uomini per 39 femmes che rappresenta una percentuale di 80% uomini.

Istogramma rappresentativo della distribuzione maschile/femminile degli intervistati

È difficile per la FFT identificare la distribuzione maschile/femminile dei calciatori. padel auto un professionista non è necessariamente autorizzato e non ha necessariamente un conto cliente che gli consenta di essere considerato come praticante. Questo è anche il motivo per cui il numero di praticanti di padel di 500 nel 000 è solo uno stima approssimativa.

Per dare una distribuzione di genere, i tesserati della federazione si baseranno poi sui licenziatari competitivi, con il supporto della classifica federale mensile che è un dato pubblico. Abbiamo esaminato questi file per il mese di febbraio 2024. Poi contiamo 52 uomini et 8 040 donne, per un totale di 60 concorrenti in Francia. Tra questi ultimi troviamo quindi l'86,8% di uomini contro il 13,2% di donne.

Osserviamo quindi una forte maggioranza di uomini tra i praticanti di padel, sia nel campo delle indagini che a livello nazionale dove oltre l'80% dei professionisti sono uomini. Lo notiamo anche noi Più entriamo nella pratica competitiva, più questo divario si allarga.

Lo sviluppo di padel femminile

Le scoperte più recenti sollevano poi la questione del ruolo degli attori della padel in promuovere la pratica tra le donne, un pubblico poco rappresentato, secondo le cifre. Se torneremo presto a questa presenza delle donne all'interno dei club padel dell’area metropolitana di Orléans, ci concentriamo qui sul modo in cui i club e le autorità federali attuano azioni per attirare questo pubblico.

Abbiamo notato sui dati forniti dal 4PADEL Orleans e il Let Padel che la distribuzione era ancora diversa nei due club. Il Let Padel stimato a 10% la percentuale di donne tra i suoi clienti mentre 4PADEL annuncio 35% di donne.

Osserviamo un disegno totalmente diverso tra i due club con 4PADEL per chi investe soprattutto i concorrenti, dove la let Padel è più nella prospettiva di pratica del tempo libero. Va anche notato che ci sono poche donne nel padel con dati abbastanza significativi, che potrebbero spiegare una presenza femminile disomogenea a seconda dei club di un territorio.

Infatti, possono esserci gruppi di donne che possono essere amiche nella vita o nel caso del gruppo di 4PADEL chissà come giocare a tennis. Questi ultimi poi si riuniscono naturalmente nello stesso club per giocare insieme.. Possiamo supporre che il basso numero di donne non consenta una quota identica in ciascun club. padel.

Abbiamo poi interrogato Nicolas Le sul profilo sociale delle donne presenti all'interno del 4PADEL Orleans-Fleury. Poi nota a età media relativamente bassa nel suo gruppo di concorrenti compresi studenti e un'età compresa tra Dai 19 ai 30 anni circa. Nicolas aggiunge che le donne anziane sono quasi tutte orientate al tempo libero e alla pratica padel per mantenersi fisicamente in forma.

A livello professionale le donne del club sono alcune studentesse, altre insegnanti di tennis, e troviamo anche due fisioterapiste e un osteopata. Questo discorso ci permette di avanzare l'ipotesi di a padel essenzialmente giovani donne in competizione, e che si avviano verso a padel tempo libero con l'età.

Dirige Jérôme Arnoux un sondaggio tra gli ascoltatori di Padel Magazine e le 197 risposte testimoniano una mania femminile peraspetto ludico di padel, Theatmosfera da club, la cordialità. Inoltre, l'indagine condotta sui praticanti di padel de Limoges osserva che le donne sono più sensibili a elementi simili le condizioni della pratica, di comfort e il fatto diessere supervisionato da un allenatore.

Nello stesso studio, Jérôme Arnoux interroga le 197 donne partecipanti al suo sondaggio su cosa rallenterebbe il loro investimento nel settore padel. Questi ultimi concordano quindi diversi criteri che limiterebbero la loro pratica padel, Sapere della prezzi troppo alti, un'offerta di corsi padel troppo debole, una forte differenza di livello tra le donne, O una mentalità molto maschile dello sport.

Vediamo quindi che a seconda del territorio e anche a seconda di ciascun club dello stesso territorio, le aspettative delle donne possono essere completamente diverse e si tratta che i club adottino una politica adattata.

Il ruolo della FFT nella promozione padel femminile

L'impegno della FFT per lo sviluppo di padel femminile è attiva sin dal lancio del “ - mission padel » nel 2021 con Arnaud Di Pasquale alla sua direzione. Marianne Vandaele, uno dei migliori giocatori in padel in Francia, è anche nominato responsabile padel donne alla FFT. Dopo alcuni mesi di riflessione con la sua équipe, ha realizzato azioni in ciascuna regione della Francia, comprese le giornate di scoperta padel dedicato alle donne.

Ritorna anche alla sua missione e alle azioni implementate duranteun'intervista per Padel Magazine in 2023, affermando: “ Abbiamo iniziato a gennaio 2022. Abbiamo fatto il punto della situazione e messo in atto azioni per lo sviluppo del padel femminile, ma l'obiettivo era proprio l'iniziazione, cioè far conoscere la pratica a donne che non l'hanno mai praticata perché al momento non ci sono abbastanza praticanti. Quindi qui, nel PACA, stiamo ancora bene, ma è vero che se andiamo altrove forse è meno così.

Proponiamo queste azioni nei club che sono interessati e che sono motivati ​​ad avere molti più praticanti. All'inizio dello scorso anno eravamo noi a proporre e ha funzionato così bene che ora i club mi chiamano. È davvero incoraggiante perché significa che i club vogliono investire nel padel femminile. L’obiettivo che abbiamo definito per quest’anno, ma che sarà un po’ più a lungo termine, sarebbe quello di arrivare al 30% di licenziatarie donne, come nel tennis, perché qui siamo un po’ meno, circa il 15-16% '.

In questo intervento Marianne Vandaele si pone quindi un obiettivo in termini di cifre. Adesso possiamo dire, con i dati in nostro possesso, che l'obiettivo non è stato raggiunto. Recentemente, Marianne Vandaele ha intrapreso una carriera internazionale e poi porterà avanti la sua missione di sviluppo padel femminile in parallelo. Ne esprime la necessità aumentare il numero dei praticanti attraverso l'iniziazione e quindi una pratica ricreativa.

Vediamo così che la FFT si concentra su una pratica leisure per le donne, ma non trascura la parte competitiva con la creazione di una posizione manageriale di alto livello che Benjamin Tison (numero 1 francese) occupa l'incarico dall'inizio dell'anno scolastico 2024. Quest'ultima ha già annunciato di voler fornire i mezzi necessari per la formazione di giovani talenti maschili e femminili la creazione di un centro nazionale di formazione.

Quindi, la questione del genere in padel è attuale. Se il successo di padel tra gli uomini sembra essere unanime, la questione che qui si può identificare per i club è quella di partecipare allo sviluppo della pratica femminile del padel rispondendo alle diverse motivazioni specifiche di questo pubblico. Anche la FFT è in testa una politica di densificazione del numero di giocatrici padel in Francia.

Paolo Dornberger

In una serie di articoli, Paul Dornberger condivide la sua ricerca dedicata allo sviluppo di padel. Questo giocatore confermato in Francia ha svolto un ampio lavoro di studio nell'aprile 2024 nell'ambito del suo Master in Management dello Sport presso l'UFR STAPS di Nantes.