Mentre i principali interessati non hanno ancora confermato, tifosi e media hanno già convalidato l'associazione Juan Lebron/Martin Di Nenno.

Questo sodalizio sembra un rischio per Martin Di Nenno, che formava con Stupa la terza coppia al mondo. Ricordiamolo, nemmeno un anno fa, il super ragazzi stavano lottando con Coello e Tapia per il primo posto!

Stupa Di Nenno ingresso santiago

L'UFO Lebron è capace di tutto tranne...

Come abbiamo appreso da Stupa, è stato Martin Di Nenno a decidere di sciogliere la coppia. Ovviamente si tratta di giocare con Juan LeBron.

Non è un segreto: l'andaluso è un UFO, parliamo forse del giocatore più dotato della sua generazione, un uomo capace di fare tutto con la palla. Sul lato destro, sembrava essere il miglior giocatore del mondo quando riusciva a mantenere la calma.

E' un giocatore che fa sognare con il suo stile e il suo modo di giocare. Ed è probabilmente questo il motivo per cui se ne parla così tanto e perché è così pericoloso. Sappiamo che questo giocatore ha un problema: se stesso. Può dimostrare il meglio e il peggio. E da diversi mesi mostra piuttosto un volto molto irregolare, capace di saltare alcune partite, o addirittura di non essere il compagno di squadra modello che ci piace avere al nostro fianco.

Juan Lebron Italia infelice

Stupa-Lebron: le spaccate

Passare da Stupaczuk a LeBron è la grande differenza. Esce Stupa, un giocatore titolare, con cui Martin ha vissuto tutto, e ora entra Lebron, un giocatore che potrebbe ovviamente sorprendere in positivo come ha già fatto, ma anche mettere in crisi la squadra come anche lui sa fare purtroppo.

E se questo fosse il volto che Lebron ha mostrato a Di Nenno? Entrambi i giocatori sono intelligenti e Lebron gioca una carta cruciale nella sua carriera. Al suo fianco c'è uno dei migliori giocatori della destra, un uomo dal comportamento esemplare in pista. Lebron si sposterà a sinistra con Di Nenno se il sodalizio sarà confermato. La questione non è se ne sia capace o meno, Lebron è capace di tutto e lo fa magnificamente, ma se il margine a livello con la concorrenza non fosse maggiore a destra che a sinistra, dove troverà in in particolare un Tapia o un Galan nella sua diagonale...

Ecco perché, secondo me, è Martin Di Nenno che corre il rischio di questo mercato scommettendo su un Lebron che può offrirci il meglio e il peggio.

Un'associazione esclusivamente sportiva?

In seguito alla separazione di super ragazzi, ci chiediamo se questo sodalizio sia stato fatto solo su base sportiva o se non ci fossero altri interessi tra i due giocatori. È raro nella storia di padel vedere un uomo chiudere una coppia che funziona piuttosto per affiancare un giocatore che potrebbe, credo, sorprenderci positivamente ma che, allo stesso tempo, rappresenta un grosso rischio.

Secondo me Stupa avrebbe potuto giocare la carta d'azzardo con Pablo Cardona... e sarebbe stato meno rischioso, ma non lo ha fatto. Paquito Navarro, a quanto pare, non aveva paura di mettere gli occhi sul giovane e alto mancino...

In un certo senso si vede che ci sono due processi totalmente diversi in casa Stupa e Martin e soprattutto si ha l'impressione che il sodalizio Lebron/Di Nenno forse non sia una scelta esclusivamente sportiva, ma una scelta legata ad altri interessi.

Si potrebbe parlare di un interesse di “marchi”, ma nemmeno perché si è con Babolat e l'altro a Bullpadel. Forse, e anche certamente, l'intuizione è falsa, ma per il momento è difficile dire che Martin Di Nenno volesse questa separazione con Stupa per un Lebron che tornasse a sinistra.

E tu cosa ne pensi?

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Club des Pyramides nel 2009 nella regione parigina. Da padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia per coprire i principali eventi di padel français.