La conferenza stampa ufficiale di lancio di uno dei due tornei di padel circuito francese Premier Padel (con Roland-Garros), si è svolto martedì a Bordeaux. L'occasione per fare il punto su questo appuntamento atteso, con i suoi punti di forza e le sue aspettative, a meno di tre settimane dall'inizio della manifestazione (10-16 giugno).

Inizio delle ostilità il 9 giugno con le qualificazioni

Preferito a Tolosa (es World Padel Tour) in questa stagione da Premier Padel, Bordeaux sa che è previsto. In effetti, la P2 che sarà organizzata lì durante la seconda settimana di giugno deve essere un successo sportivo e di eventi (anche commerciale) fin dalla sua prima edizione. Soprattutto perché è stato firmato il contratto quinquennale con il circuito mondiale riunito.

Le qualificazioni inizieranno le ostilità il 9 giugno. L'opportunità di cominciare dai giocatori, perché gli organizzatori (il promotore Jean-Luc Baldelli, il direttore Jean-Thomas Peyrou e il socio-consulente Michaël Llodra) li hanno sempre messi al centro dell'equazione. I qualificati incontreranno quindi l'élite al tavolo finale da martedì 11 giugno, senza dimenticare 5 coppie di wild card (di cui una femminile) concesse d'intesa con il manager di alto livello. padel alla FFT, Benjamin Tison. L'intero campo brillante (con un totale di 200 giocatori) sarà ratificato il 24 maggio alle 17:XNUMX.

Lo spettacolo sportivo è previsto, ma dipenderà come sempre dalle partite, dagli scontri e dalle coppie che torneranno in Europa in questa occasione dopo la tournée sudamericana. "Tutti sogniamo una finale al livello di quella tra il Coello-Tapia e il "Chingalan" di Asunción", ha anticipato il regista Jean-Thomas Peyrou.

Jean-Luc Baldelli (promotore): “Ci aspettiamo molto dal pubblico spagnolo”

Per quanto riguarda l'evento in sé, sarà uno dei più grandi spettacoli sportivi indoor in Francia. E c'è ancora del lavoro da fare. Il più importante è ovviamente il ticketing, il nocciolo della questione. I 7000 biglietti venduti si concentrano soprattutto nelle giornate di sabato e domenica. Gli organizzatori sperano in una spinta negli ultimi giorni, anche se c'è da temere la concorrenza del rugby con una possibile partita dell'UBB a Bordeaux nel fine settimana.

Successivamente gli organizzatori avranno tre giorni di tempo per allestire i tre Piste dell'Arkea Arena, così come quello esterno sul piazzale antistante la recinzione, ma anche i palchi, il villaggio, oppure le aree partner e vip. Si prevede che 150 milioni di famiglie saranno colpite durante le varie trasmissioni mediatiche globali di questo evento. “Questi sono eventi ancora fragili perché il padel è ancora nascente, riconosciuto promotore Jean-Luc Baldelli, soprattutto rispetto al calcio o al rugby. Questo torneo dovrà durare a lungo, soprattutto grazie ad una biglietteria accessibile con biglietti a 9 euro. Ci aspettiamo molto dal pubblico spagnolo che in questa stagione è passato da 10 a 4 tornei Premier Padel. "

Oltre alla competizione ufficiale maschile e femminile, numerosi eventi animeranno la settimana bordolese, in particolare sui temi della gastronomia, del vino o delle Olimpiadi. Il torneo All Stars è tanto atteso quanto l'intrattenimento che scandirà i cambi di schieramento o tra una partita e l'altra. "C'è molta attesa dietro questo torneo e speriamo in una settimana pazzesca in questo gioiello eccezionale della città di Bordeaux", ha ipotizzato Michaël Llodra, che ha ammesso di non aver praticato il torneo. padel solo nel tempo libero, senza voler essere classificato come i suoi amici tennisti Arnaud Clément o Arnaud Di Pasquale prima di lui. Infine, alcuni si sono rammaricati dell'assenza di alcune comunità girondine accanto a questa prima padelè nella capitale del vino ma chi se ne frega, il razzo P2 Aquitaine di Betclic Bordeaux Premier Padel è ben avviato.