Portogallo assente dal mondiale in Qatar - “atto di cittadinanza”

Questa è una brutta notizia per tutti gli amanti di padel : L' Il Portogallo non parteciperà al mondo de padel che si svolgerà a Doha (Qatar) dal 15 al 20 novembre 2021.

A differenza dei Campionati Europei Padel a Marbella, dove la Federazione Internazionale di Padel (FIP) aveva sanzionato la Federazione portoghese di Padel (FPP) negandogli la possibilità di farlo, questa volta è la FPP che annuncia, attraverso il suo Presidente, Ricardo Oliveira, che il Portogallo non sarà una delle nazioni presenti ai mondiali del prossimo novembre.

Un'altra brutta notizia per il padel e i giocatori. Ma il presidente della federazione portoghese spiega le ragioni.

Qatar, Paese non membro della FIP

NO, non saremo in Qatar in nessun caso.

Tutti sanno perché. I campionati nel 2020 sono stati concessi al Qatar quando c'era secondo la FIP, 2 altri paesi membri che aveva chiesto di organizzare l'evento.

Non siamo a nostro agio con il fatto che un paese non membro possa ospitare i Campionati del Mondo.

Inoltre, è conforme allo statuto? vorrei saperlo. (nota dell'editore. La QATAR TENNIS FEDERATION fa ora parte dell'elenco delle Federazioni rappresentate dalla FIP sul suo sito web)

Il Qatar ha fissato date diverse da quelle della FIP

Torniamo alle condizioni di ottenimento particolarmente sorprendenti:

    • Il 27 novembre 2019 la FIP lancia un bando per la padel 2020 per settimana 42 o 43.
    • Il 27 gennaio 2020, la FIP lancerà un bando per la presentazione delle candidature per il World Veteran per la settimana 46.
    • Il 30 gennaio 2020 la FIP dichiara di aver ricevuto alcune candidature per il Mondiale padel che si svolgerà anche nella settimana 43 il 19 25 nel mese di ottobre.
    • Il 3 marzo la FIP annuncia che il Qatar è stato selezionato per il Mondiale padel pianificato finalmente dal 16 al 21 novembre. o quasi un mese dopo la data inizialmente indicata dalla FIP.

Cosa è successo a vedere un tale cambiamento? Immagina che la Spagna volesse candidarsi e non abbia presentato domanda perché la data non era adatta a ottobre ...

La FIP non ha nemmeno dato spiegazioni. Questa è trasparenza, rispetto per i suoi membri? 

Globale padel 2021: il Qatar confermato!

Qatar, un Paese a rischio per la salute

Poi, come ricorderete, all'epoca, il Qatar era il Paese con il maggior numero di morti pro capite per COVID e il maggior numero di contagiati pro capite. (NdR. nel giugno 2020 il Qatar deteneva il record per il numero di nuovi casi pro capite).

Sarebbe interessante anche avere una risposta dalla FIP su questa gravissima situazione. 

Qatar, non in linea con lo spirito olimpico: mancato rispetto delle donne e dei diritti umani

Infine, siamo fermamente contrari alla discriminazione basata sul sesso e al mancato rispetto dei diritti umani. Non ci sentiamo a nostro agio nell'andare in Qatar. Non siamo gli unici. Alcune squadre di calcio (Germania, Norvegia e Olanda) durante le partite internazionali hanno alzato le maglie per protestare contro la partecipazione ai Mondiali in Qatar.

Come ha potuto la FIP accogliere la proposta del Qatar, allora non aderente alla FIP, in una data che non corrispondeva alle specifiche del concorso lanciato dalla FIP e riguardante un Paese che allora sembrava il più colpito in termini di salute? da COVID-19, per non parlare del suo mancato rispetto dei diritti umani?

Quindi, ovviamente, il Portogallo non vuole avallare il comportamento della FIP.

La Federazione portoghese, invece, parteciperà a tutte le competizioni FIP se rispetta gli statuti e le gare si svolgono in paesi sicuri. Speriamo di poter partecipare ai World Veterans negli USA e ai Juniors in Messico.

La FPP: per convinzione

La Federazione Portoghese di padel non interferisce con le posizioni di altre federazioni riguardo alle loro politiche nazionali.

Ma certo, se abbiamo deciso di non partecipare a questo mondo nonostante il nostro desiderio di partecipare al partito, è per la nostra etica e le nostre convinzioni, che sono, ne siamo certi, le stesse della maggior parte delle federazioni.

Abbiamo semplicemente scelto di non distogliere lo sguardo come se nulla fosse successo. 

È un atto cittadino. E saremmo lieti se altri si unissero a noi per ricominciare da capo su basi sane a beneficio di tutti. 

Pubblicato da
Franck Binisti