Come trarre il massimo piacere in padel indipendentemente dal suo livello di gioco? La chiave sta soprattutto nell'approccio mentale e nello stato d'animo che portiamo in campo. Il gruppo Venti per dieci attraverso la sua offerta di stage Padel L'esperienza condivide con te alcune chiavi per sentirsi meglio in campo e andare oltre le solite frustrazioni.

LE PADEL È TUTTO KIFF, FINALMENTE QUASI...

Quando si parla di padel, pensiamo al relax, in quel momento privilegiato della giornata in cui ci incontriamo con gli amici per colpire la pallina gialla tra quattro mura. È risaputo, il padel Questa è felicità! Ebbene sì e no.

Sì perché il padel è uno sport allo stesso tempo divertente, giocoso e accessibile pur essendo intenso e tecnico per chi lo prende sul serio. Ma come tutti gli sport, il padel può diventare rapidamente uno sport "mal di testa" se non hai la giusta mentalità in campo ...

Qualunque sia il tuo livello di gioco, l'importante è progredire divertendoti in campo! Sembra molto semplicistico, ma raramente è così. Pensaci. Ti lamenti al minimo? bandeja in rete? O sei il tipo di "coaching continuo" con il tuo partner quando non ti ha chiesto nulla? O forse farai un quarto di giro su una palla controversa in una partita senza puntata. Insomma, tanti elementi dirompenti che rovinano la tua vita (e quella degli altri giocatori) su un campo di padel, e per i quali è possibile trovare soluzioni semplici, accessibili ed efficaci.

lanciare la racchetta padel

LE 5 CHIAVI PER AVERE SUCCESSO LA TUA PARTE DI PADEL

Attraverso i nostri stage Padel Esperienza di Twenty by Ten incontriamo tutti i tipi di profili di giocatori. Il nostro team di allenatori esperti vede tutto, ma ti assicuriamo che lo adorano! A furia di vedere i giocatori frustarsi tutto il giorno, hanno disegnato una piccola tabella di marcia, con alcune semplicissime regole di comportamento da adottare affinché il giocatore eviti le solite insidie ​​e possa sfruttare al meglio il proprio stage.

  1. Entra in campo con la mentalità giustadivertimento con le dita padel

È risaputo che la vittoria tra i grandi campioni spesso arriva prima dell'inizio della partita, ed è lo stesso al nostro livello. Non puoi controllare tutto nella vita, ma puoi provare ad arrivare con il giusto stato d'animo in campo. Poniti le seguenti domande e sii onesto con te stesso:

  • Arrivo un po' prima della partita in modo da potermi scaldare bene e arrivare rilassato in campo?
  • Come è il mio stato d'animo prima di arrivare al club?
  • Riesco a mettere da parte le mie preoccupazioni quotidiane/il mio lavoro per concentrarmi completamente e solo da parte mia?
  • Ho messo il mio smartphone in modalità silenziosa nella mia borsa e posso tenerlo nella borsa per l'intera partita?
  • Ho pensato agli schemi di gioco da adottare, agli obiettivi che vorrei pormi senza preoccuparmi troppo del risultato?

Domande (molto) basilari che vengono spesso trascurate. La maggior parte dei giocatori arriva all'ultimo minuto, non prendersi il tempo di scaldarsi prima della partita, affollano lo smartphone appena suona nella borsa… Pensaci, queste piccole abitudini possono influenzare molto il tuo gioco.

  1. Sii pienamente nel momento presente

"Rendi pienamente conto che il momento presente è tutto ciò che hai e nient'altro". tali sono le sagge parole di Ekchart Tolle, mente del Potenza del momento presente, che assumono tutto il loro significato in breve padel. Ci si può rapidamente distrarre da elementi esterni: da rumori parassiti, dall'atteggiamento del proprio avversario, dalla fascia della rete, per non parlare della qualità del tappeto (vasto soggetto!) o del vento che si leva...

Controlla ciò che è alla nostra portata stando nel momento presente. Abbraccia il treno incessante dei pensieri lasciando fuori dalla tua mente quelli più negativi, senza dimenticare di respirare bene e di non scoppiare ad ogni errore. In altre parole, riesci a lasciarti andare e a non farti guidare continuamente dal tuo ego facendo appello di più al tuo intuito...

Diventa l'osservatore della tua partita per divertirti di più ponendoti le seguenti domande:

  • In che stato d'animo sono i tuoi avversari? Sembrano stanchi? Sono concentrati? In simbiosi tra loro?
  • Come si sente il tuo partner intorno a te? Sei lì per sostenerlo?
  • O, al contrario, sei concentrato solo su te stesso, sul vento che cambia, o stai ridacchiando a causa del bandeja che hai appena digitato direttamente nel bicchiere?
  1. Gentilezza verso se stessi e il proprio partnervittoria piacere gioia padel dames

Le padel è uno sport complesso dal punto di vista della gestione delle emozioni perché non devi gestire solo le tue emozioni, ma anche quelle del tuo partner.

  • Come supportare il tuo partner essendo tu stesso efficiente, ma anche avendo la parola giusta al momento giusto per rimetterlo in gioco?
  • E viceversa, come puoi ascoltare il consiglio giusto quando tu stesso hai un po' di tregua?
  • Come fare coaching senza fare coaching sul campo?
  • Sostieni il tuo partner dando l'esempio essendo solido nel gioco?

Non importa il tuo livello di gioco, è lo stato d'animo che deve prevalere. Non essere troppo duro con te stesso e il tuo partner. Si parla spesso di rilassamento nel gesto, prova a fare lo stesso nella tua testa. Datti il ​​diritto di perdere, capita anche ai migliori… lascia che gli elementi che non puoi controllare “passino”. Vedi la partita come un viaggio, o anche una scoperta, non una fine.

Prima di diffamare il tuo partner per aver perso una palla, dai l'esempio essendo irreprensibile con il tuo stesso gioco. Il semplice atto di "tenere la barca" lo rassicurerà, e tutto ciò di cui hai bisogno è "un semplice sguardo a lui o lei per creare una sinergia tra di voi.

A volte devi "indossare" un po' di più del tuo per mostrare il tuo sostegno al tuo partner. Sostienilo con gentilezza adattandoti a lui. Ha bisogno di incoraggiamento frequente o bastano poche parole? Sta a te trovare il giusto equilibrio. D'altra parte, non siate l'apprendista allenatore che non smette di dare consigli tattici e tecnici tra i punti, che il più delle volte non funzionano perché il compagno può impigliarsi velocemente tra i pennelli, o addirittura sforzarsi sotto i pressione extra e commetti più errori, il che ti infastidirà ancora di più.

Per fare un altro passo avanti con il tuo partner, adotta l'approccio sostenuto da Jean Michel Pequry (ex Top 200 ATP e tra i migliori giocatori di padel Francese, mental trainer della squadra francese di padel) che suggerisce che i giocatori padel passare del tempo con il compagno fuori dal campo: riscaldarsi un po' prima, chiacchierare, bere un caffè dopo la partita per capire meglio la sua personalità, i suoi obiettivi di gioco, analizzare i suoi punti di forza e di debolezza e parlare con lui ( meglio allenare fuori dal campo). Sarai sorpreso di quanto potrai imparare su di lui o di lei e di quanto sarà vantaggioso per te una volta in campo.

  1. Lavora il “Mentale” al suo livelloconcentrazione padel venti per dieci

La maggior parte dei giocatori del WPT segue una specifica preparazione mentale per porsi degli obiettivi precisi, per preparare al meglio le proprie partite e per saper gestire i “momenti caldi” durante i punti importanti. Il loro cervello è quindi “precablato” per far fronte allo stress delle partite.

Senza necessariamente fare un'ampia preparazione mentale, puoi, al tuo livello, anche "muscolare il cervello" osservando momenti di smarrimento a casa, ed evitando il più possibile di tornare alle tue colpe e frustrazioni al minimo errore.

Assumiti anche le tue responsabilità e ammetti gli errori che commetti in campo. Troppo facile dare la colpa alla fortuna del suo avversario o agli elementi esterni (che non possiamo controllare) che sono solo uno sfogo...

Non cambierai le tue cattive abitudini da un giorno all'altro, ma più ti prepari per le tue partite, visualizzi i tuoi schemi di gioco e adotti la giusta mentalità quando arrivi in ​​campo, più forte sarai. Una cosa è certa, se non fai lo sforzo e non cambi nulla, non sarai in grado di progredire.

  1. Il resoconto post partita

Troppo spesso dopo una partita si va subito avanti. Tiriamo fuori lo smartphone dalla borsa e ci perdiamo su Instagram o Whatsapp. Oppure ci prendiamo una buona birra e una Marlboro per dimenticare lo scarso rendimento della giornata. Prenditi almeno cinque minuti buoni, se possibile con il tuo partner, dopo ogni partita (o nel peggiore dei casi in macchina sulla strada di casa o la sera quando vai a letto) per analizzare ciò che hai fatto bene oggi e soprattutto congratularti con te per averlo fatto bene! E sì incoraggiati! Quindi prova a rivisualizzare i tuoi errori modificandoli nella tua mente in modo che gli errori si trasformino in successi.

Ripetendo questi schemi mentali nella tua testa alla fine arriveranno, avrai maggiori possibilità di eseguire con successo le nuove mosse perché saranno già preregistrate nel tuo cervello. Questo è quando parliamo di plasticità cerebrale. Se non fai mai il punto delle tue partite in un angolo della tua mente, non progredirai così velocemente, perché ripeterai sempre gli stessi errori e non visualizzerai i tuoi colpi per "muscolare" il cervello per le prossime partite senza dimenticati dei nuovi obiettivi di gioco da fissare regolarmente.


UNO STAGE CHE TI VUOLE BENE

Siamo consapevoli che in quattro giorni di formazione non potremo cambiare tutto nel tirocinante, ma con la nostra formula che unisce la formazione padel & fisico, torneo P100, coaching continuo durante tutto il percorso (partite e allenamenti), un intervento di mental coaching con Jean-Michel Pequery, le nostre squadre possono già farti conoscere molte cose dentro e fuori dal campo. Grazie alla nostra esperienza e al nostro metodo approvato, preparati a fare un passo avanti nel tuo gioco ma anche nella tua testa!

palcoscenico padel venti per dieci

Stage Padel Esperienza di Twenty by Ten dal 23 al 26 settembre a Beausoleil (Monaco): Padel Torneo intensivo + P100 con coaching continuo. Registrati ora su www.twentybyten.com. Per maggiori informazioni: info@twentybyten.com / 06 19 44 26 04


Un nuovo approccio allo stage padel

Workshop interattivi e vari

Ti offriamo un metodo elaborato che include workshop vari e interattivi su ogni campo in modo che il giocatore possa lavorare su tutti gli aspetti del suo gioco in modo divertente e interattivo. Ogni workshop dura in media dai 30 ai 45 minuti, il che non lascia tempo ai giocatori di annoiarsi.

consigli padel venti per dieci

Allenamenti e partite (con coaching continuo)

Le nostre sessioni di allenamento sono sempre accompagnate da partite alla fine della sessione al fine di assimilare i risultati dei laboratori con ogni volta un coaching continuo per guidare il giocatore durante tutta la sessione. L'idea è quella di dare i piccoli consigli tecnici o tattici che faranno la differenza, senza dimenticare di lavorare sullo stato d'animo e sugli obiettivi di lavoro (altro che vincere a tutti i costi).

Video coaching

Ciascuno dei nostri stagisti viene filmato al fine di effettuare una valutazione video completa che ne evidenzi i punti di forza e di debolezza nonché i punti su cui lavorare durante i quattro giorni di tirocinio.

Torneo P100

Non ha senso allenarsi se non giochi le partite dopo. Il giocatore non può progredire se non mette in pratica quanto appena appreso durante una situazione stressante legata alla competizione. Imparerai in allenamento, ma migliorerai davvero solo applicando queste abilità in una situazione di partita.

Coaching continuo per più divertimento

La priorità per noi è che i nostri allievi si divertano dentro e fuori dal campo durante il corso. Vincere non ci importa se non è unito al piacere e al progresso. Soprattutto, vogliamo che il giocatore progredisca al proprio ritmo, non sia troppo duro con se stesso (e con i suoi partner!), per fissare obiettivi in ​​allenamento e durante il torneo oltre alla semplice vittoria delle partite o del torneo. Più coaching per più divertimento!

Sessione di mental coaching con Jean-Michel Pequery

Per approfondire l'affascinante argomento della mente ma troppo poco affrontato, vieni a imparare da uno dei migliori mental specialist nel campo. padel : Jean-Michel Pequery, mental trainer per atleti di alto livello (tra gli altri Johan Bergeron, Jérémy Scatena, Léa Godallier ...) che interverrà durante il nostro prossimo stage a Beausoleil dal 23 al 26 settembre 2021.

Stage Padel Esperienza di Twenty by Ten dal 23 al 26 settembre a Beausoleil (Monaco): Padel Torneo intensivo + P100 con coaching continuo. Registrati ora su www.twentybyten.com. Per maggiori informazioni: info@twentybyten.com / 06 19 44 26 04

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Club des Pyramides nel 2009 nella regione parigina. Da padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia per coprire i principali eventi di padel français.