Fredrik berjmann è uno dei co-direttori di Hede Padel Centro di Kungsbacka in Svezia. Durante l'APT Padel Tour Kungsbacka Open, lo svedese va al microfono di Padel Magazine.

Sforzi sui dettagli

Franck Binisti: Siamo in questo magnifico centro. È così ovunque in Svezia?

Fredrik Berjmann:"Non proprio. Questo centro è abbastanza atipico in Svezia. Siamo il primo centro a Kungsbacka. Vogliamo aprire altri club, perché il nostro obiettivo è essere il miglior centro di padel in Svezia. Per questo abbiamo bisogno in particolare di una buona altezza, che abbiamo qui. Facciamo anche un grande sforzo su luci e suoni. È un centro di padel piuttosto silenzioso in termini di rumore. ”

Franck Binisti: Quali sono i tuoi obiettivi per il futuro?

Fredrik Berjmann:“Ci stiamo interrogando sull'apertura di altri club, ma gestire un club è un lavoro enorme. Al momento non abbiamo proprio tempo. Quando avremo una grande squadra per questo club, forse ne apriremo una nuova. Organizziamo ilAPT Padel Tour e altri eventi”.

“È fantastico, ma è più lavoro di quanto ci aspettassimo. Siamo molto ambiziosi, per questo abbiamo molto lavoro. Abbiamo il 50% dei giocatori qui e questo crea una buona atmosfera generale".

Franck Binisti: Il livello di padel Lo svedese è in realtà in aumento. Come lo vedi?

Fredrik Berjmann:“Qui abbiamo buoni giocatori, ma siamo il primo club in questa città. I giocatori spesso provengono dal tennis. Il livello svedese aumenterà davvero perché i bambini iniziano a giocare molto presto. Gli spagnoli e gli argentini giocano da quando erano bambini e ora hanno 25 anni. Ci vorranno alcuni anni per la Svezia. 

Lorenzo Lecci López

Dai suoi nomi possiamo intuire le sue origini spagnole e italiane. Lorenzo è un plurilingue appassionato di sport: giornalismo per vocazione ed eventi per adorazione sono le sue due gambe. La sua ambizione è quella di coprire i più grandi eventi sportivi (Giochi Olimpici e Mondiali). È interessato alla situazione di padel in Francia e offre prospettive di sviluppo ottimale.