Ti dici mai quando entri in una traccia: “oh nessuno mancino“. Questo è il gioco imprevedibile di questo sport. A cosa tipo di giocatore dovrò confrontarmi nel diagonale destra, come dovrei giocarci?

Affinché sia ​​il più chiaro possibile per i comuni mortali, vedremo insieme quali sono i colpi naturali per un destrorso e un mancino in fondo alla pista. Una volta capito cosa è più facile per loro, capirai anche cosa è più difficile per loro.

Colpi diretti

In questo caso si tratta di colpi diretti di dritto e rovescio, senza rimbalzi sui finestrini. Un destrorso suonerà il diritto vicino al finestrino laterale. L'orientamento naturale lo porterà a giocare trasversalmente, con una palla che tenderà a rimbalzare sulla griglia o sulla prima finestra laterale.

Per il mancino sarà un rovescio e questo angolo non sarà così naturale. Per lui sarà piuttosto il centro che sarà più facile da trovare.

Passiamo ora al diritto mancino. La palla arriverà al centro della pista e ovviamente potrà cercare lungo la linea, giocando sul giocatore che ha di fronte. La preoccupazione è che giocando in questo modo o questo giocatore cercherà la mossa vincente o cercherà consapevolmente di cambiare la diagonale. Ma se vuole restare sulla sua diagonale, la cosa più naturale sarà cercare il centro.

Per il destro, la palla al centro sarà un rovescio che andrà naturalmente o sul giocatore di pallavolo in diagonale per costringerlo al tiro al volo, o più verso il centro del campo per creare confusione.

Fuori dalla finestra

Usare le finestre spesso permette di concedersi più tempo e di cambiare la direzione naturale dei colpi.

Cominciamo con un destrorso che dovrebbe suonare un'uscita dalla finestra di diritto. Qui è abbastanza speciale perché i giocatori possono rimanere in supporto aperto e quindi affrontare la pista per fare questo tiro. Meno difficoltà quindi a far uscire la palla rispetto a un mancino, naturalmente il destro cercherà il centro con il diritto.

D'altra parte sarà diverso. Il destro può cercare la diagonale verso la griglia con una chiquita seguita a rete che metterà pressione.

I mancini suoneranno il diritto fuori dalla finestra dal centro. Per loro sarà più naturale andare anche verso il centro mentre con il rovescio si bloccheranno in angolo e dovranno giocare paralleli, lungo la linea o almeno sul giocatore davanti a loro.

Il naturale è la base

E sì, capire come si gioca in modo naturale riduce il numero di errori non forzati, quindi pensaci quando difendi ma soprattutto pensaci quando attacchi perché in questo modo puoi anticipare i tiri dei tuoi avversari.

Hai capito la teoria, ora tieni presente che in base ai rimbalzi dei palloni, al momento della partita e allo stato d'animo di ciascuno, queste direzioni di gioco possono essere modificate. Quindi inizia con una semplice base di analisi all'inizio del gioco e adattala in base ai giocatori che hai contro di te. Andiamo! 

Julien Bondia

Julien Bondia è un insegnante di padel a Tenerife. È il fondatore di AvantagePadel.net, un software molto popolare tra club e giocatori di padel. Editorialista e consulente, ti aiuta a giocare meglio attraverso i suoi numerosi tutorial padel.