Tutti gli step per la costruzione dei campi da padel più innovativi al mondo e le ragioni per cui le tecnologie di NXPadel garantiscono l’installazione più smart nel settore.

Siamo ormai così abituati alla presenza dei campi da padel nei centri sportivi di tutto il mondo che quasi la diamo quasi per scontata, come se avesse preso forma da solo in una manciata di secondi. Entriamo in campo, gli diamo un veloce sguardo e iniziamo a giocare, quasi come se fosse sempre stato lì a nostra disposizione.

Ma cosa c’è dietro all’installazione di un campo da padel? Quali problemi si possono incontrare? Come una perfetta installazione può determinare il successo di un padel club e la miglior esperienza per i giocatori?

Nell’articolo di oggi affronteremo questo argomento in maniera dettagliata e per l’occasione abbiamo deciso di analizzare una tipologia di campi da padel che sta facendo parecchio parlare di sé, sia per le loro caratteristiche in termini di giocabilità, sicurezza e manutenzione ma anche e soprattutto per un sistema d’installazione all’avanguardia e che rappresenta un unicum in questo settore.

Stiamo parlando di NXPadel, che grazie ai suoi campi da padel in Vetroresina, si è saputa distinguere indiscutibilmente in questo settore, grazie a un prodotto di cui sono detentori del Brevetto Internazionale e che risulta totalmente conforme a tutti i parametri settati dalla IPF.

Ciò che da sempre rappresenta il faro guida nella loro mission è quello di portare vantaggi tangibili a tutti gli attori che ruotano attorno al settore padel e tra questi non potevano mancare gli installatori di campi da padel, per i quali ogni componente del campo è stata meticolosamente studiato e disegnato in modo da portare l’intero processo a un livello successivo.

Immagine 2NX

Bypassiamo, per il momento tutte le fasi che precedenti ma che sono fondamentali nella riuscita del progetto, come la scelta della location, l’ottenimento di tutti i permessi e la realizzazione della platea in cemento su cui sorgeranno i campi e addentiamoci subito nell’installazione del campo vero e proprio.

Già a partire dallo scarico della merce, i campi in Vetroresina rappresentano un grosso passo in avanti rispetto ai precedenti: Struttura, vetri in ComfortGlass e tappeto ZeroS (il primo al mondo senza sabbia) possono contare su una estrema leggerezza (quasi 1/3 rispetto ai campi da padel tradizionali) e ciò semplifica di molto la fase dello scarico dal camion.

Installazione Struttura in Vetroresina

Una volta che la merce è a terra e una volta tracciato sulla platea il perimetro della struttura può iniziare l’assemblaggio dei componenti: Si posizionano i 12 pali all’interno delle 12 staffe e successivamente si può iniziare a fissare le griglie: ecco che in questa fase entrano in gioco due delle tecnologie fondamentali che contraddistinguono la struttura in Vetroresina: Click&Fix e RailSystem, grazie a cui il montaggio delle griglie avviene in pochissimi istanti e in modo iper intuitivo senza bisogno di viti, trapani o saldature.

Ultimata questa fase (eseguita completamente con merce a terra) può iniziare l’innalzamento della struttura e il suo fissaggio al suolo. Fatto ciò, si inizia la creazione della porta, del balcone, dei pali d’angolo e dei 12 pali del ComfortGlass.

Immagine 3NX

Installazione ComfortGlass

La caratteristica più saliente del ComfortGlass è racchiusa nella sua particolare composizione: non è fatto di vetro ma in un compound acrilico che lo rende per la prima volta totalmente indistruttibile e per questo sicuro al 100% non solo per i giocatori ma anche per gli installatori.

Come ricordato all’inizio, anche il ComfortGlass è molto più leggero rispetto al classico vetro temperato da 12mm e questo comporta un’ ottima maneggevolezza e una ottimizzazione delle tempistiche.

L’aspetto più cruciale, risiede anche in questo caso, nel design dei suoi profili e grazie a una speciale scanalatura e a un innovativo sistema di guide, si fissa in pochi istanti ai pali in vetroresina precedentemente installati.

Una volta fissato alle staffe di sostegno, direttamente al suolo, l’installazione è completa e giungiamo così al tappeto ZeroS.

Immagine 4NX

Installazione ZeroS

ZeroS è il primo tappeto al mondo che non richiede l’utilizzo della sabbia per cui va da sé che questa fase verrà totalmente bypassata.

La caratteristica più saliente nell’installazione di questo speciale tappeto in erba sintetica risiede nel fatto che esso sia totalmente incollato al suolo, in modo da non creare bolle o pieghe sul tappeto che inficiano su un corretto rimbalzo della pallina. Per cui, dopo aver steso uniformemente la colla sulla platea, i rotoli di ZeroS possono essere stesi e fissati al suolo prestando particolare attenzione alle giunture tra un rotolo e l’altro.

A questo punto è la volta delle righe bianche: dopo averne tracciato i contorni, ZeroS viene tagliato con l’ausilio di un apposito macchinario che creerà lo spazio per il fissaggio delle linee.

Finita questa fase, non resta che fare aderire bene il tappeto utilizzando dei pesi e una volta che la colla sarà asciugata il campo da padel più innovativo al mondo sarà pronto. Non prima di avere installato tutti gli ultimi accessori che servono a completare il campo: la rete, le luci e le protezioni.

Vi lasciamo di seguito il video completo dell’installazione, dove potrete vedere ancora meglio con i vostri oggi la straordinarietà delle soluzioni targate NXPadel e, la prossima volta che entrerai su un campo da padel, sarai ben consapevole del grandissimo lavoro che vi sta dietro!