Dal 19 al 25 agosto 2024, il centro della Lega PACA e il Country Club Padel accoglierà per la seconda volta consecutiva i Campionati Francesi Giovanili. Un evento grandioso quello Christian Collange, Presidente del Comitato Padel dalla regione, non vede l'ora. Intervista ad un appassionato ottimista per il futuro.

Christian, la percentuale dei giovani concorrenti rimane bassa (intorno al 6% secondo gli ultimi dati), anche se nell'ultimo anno si è osservata una leggera crescita. Come vedi questo sviluppo?

La priorità a livello delle leghe e della federazione è sviluppare il padel per giovani persone. Non possiamo considerare uno sport degno di questo nome se non esiste. È stato necessario mettere in campo materiali, come insegnanti o scuole, affinché potessero accedere all'attività tutto l'anno a prezzi adeguati. Ci deve essere concorrenza per loro. Oggi sta accadendo ed è accelerato molto rispetto allo scorso anno. Vedremo i risultati nei prossimi 2-3 anni.

Animazione per bambini Melissa Martin 2 Cupra Rennes

Abbiamo creato la famosa TFP, i diplomi di padel, in modo che gli insegnanti possano essere formati. Devi capire che non è così semplice come per gli adulti. Un ragazzino, se non ha tornei adatti, non potremo vedere se è nel percorso giusto oppure no. L'interesse c'è, è soprattutto l'accessibilità a essere complicata. Teniamo molti raduni giovanili nella mia regione, nel PACA, ma dietro di loro non c'era nessuna scuola padel. Dobbiamo quindi mostrargli e fargli assaggiare questo sport.

In Francia stanno emergendo diverse promesse (Timéo Fonteny, Yoan Boronad, Louise Bahurel). Pensi che possano competere con i migliori in futuro?

Oggi siamo lontani da Spagna e Argentina, che sono i due principali paesi in vantaggio. Siamo un po’ indietro perché loro sono forse 15 anni avanti. Poi, rispetto ai Paesi europei, siamo allo stesso livello. Se parliamo di livelli molto alti, stiamo mettendo in campo ciò che è necessario affinché questi giovani possano essere ben seguiti, ben supportati e strutturare la loro formazione.

Benjamin Tison e Pablo Ayma - Premier Padel

Il numero dei tornei nazionali giovanili (TNJ) è in aumento, come la finale del Bandol Master (che si svolgerà dal 20 al 21 luglio 2024, ndr) o il Campionato francese. C'è anche una competizione internazionale: il Campionato Europeo, il Campionato del Mondo, le amichevoli con gli spagnoli, alcuni tornei FIP,… Ora, i giovani sono consigliati anche da Pablo Ayma e Benjamin Tison (alla FFT, foto). Il progetto “Squadra”. Padel France Jeunes” sta iniziando a prendere forma con Alexia Dechaume, quindi penso che siamo sulla strada giusta.

Cosa bisogna fare per colmare il divario con paesi come Spagna o Argentina?

Manca soprattutto la cultura. padel, il passato, ciò che viene attuato in Spagna da 20 anni. Ciò che non abbiamo è proprio questa conoscenza padel. In Francia, la federazione ha mantenuto il padel al suo posto nel 2014, e per il momento l'allenatore francese non è ancora all'altezza di quello che sta facendo altrove. Non possiamo recuperare un simile ritardo in 3-4 anni.

Palazzo Wilson de padel Palline FFT

Intelligentemente, la FFT utilizza coach stranieri che accelerano il processo. I nostri giovani migliori cominciano ad alternare gli allenamenti con i colleghi spagnoli e con i colleghi francesi. Sono internazionali. Poi, rispetto agli altri, non siamo indietro visto che siamo ancora tra i 3-4 migliori d'Europa e tra i 4-5 migliori al mondo.

Torniamo ai Campionati Giovanili Francesi. Dopo il 2023 ospiterai nuovamente la competizione, quali sono le tue sensazioni?

È una prova di riconoscimento. Mi è stato chiesto di occuparmi del padel nel PACA, e sono passati diversi anni da quando io e la mia commissione abbiamo organizzato incontri regionali e dipartimentali e circuiti giovanili. L'anno scorso penso che sia stato un grande successo nonostante l'ondata di caldo. Faceva molto caldo e il dipartimento ci ha quasi fatto annullare la competizione, ma ci siamo adattati.

PACA League

Abbiamo un sito meraviglioso in PACA League e una partnership con il Country Club Padel, che gioca con noi. È la prima volta che un evento nazionale del genere viene affidato ad una lega (e non a club privati). Lì è davvero la celebrazione di padel in una lega pubblica e pionieristica con i giovani. È quindi motivo di orgoglio che la federazione abbia ribadito la propria fiducia affinché si possa organizzare una nuova edizione.

Raccontaci di più sul programma, sulle nuove funzionalità attese...

I primi tre giorni (lunedì, martedì e mercoledì) saranno dedicati ai Campionati francesi U14 Interleague, la formula sarà la stessa dello scorso anno. Allo stesso tempo, avremo i Campionati francesi a coppie con una nuova categoria: l'U16 maschile e femminile, oltre all'U18 già esistente. Questo ci permetterà di avere più partite, più giovani e di coprire tutta la fascia di età. A livello organizzativo confermeremo quanto fatto bene lo scorso anno migliorando alcuni punti.

Lega Paca ragazza U14 Interligues Francia giovani 2023

Miglioreremo il servizio alberghiero per essere meno lontani perché avevamo troppi alberghi e quindi eravamo un po' sparpagliati in termini di trasporti. Ci saranno sorprese per lo spettacolo, faremo qualcosa che regga. Sul posto con gli U16 ci saranno più persone. Vogliamo che sia la vera celebrazione del padel per i giovani, perché noi siamo lì per loro alla base. Sarà un luogo di scambio, di condivisione, ma anche di competizione, ovviamente!

Chi sono i tuoi preferiti per questa competizione?

Finora l'Interleague è sempre stata vinta dalla regione PACA o Occitania. Ma ci siamo resi conto che molte leghe avevano recuperato terreno, perché avevano avviato alcuni processi davvero interessanti. Penso all’Alvernia-Rodano-Alpi, all’Île-de-France, alla Normandia, alla Borgogna,… Non c’è più il monopolio, sarà aperto.

Boronad Fonteny 2024

Naturalmente Timeo Fonteny e Yoan Boronad (Foto) dovrebbero essere i favoriti nella loro categoria. Ci sono tanti giovani che hanno un livello interessante, vediamo che ci sono tanti campionati rappresentati. Ad esempio, durante l'ultimo raduno nazionale che si è svolto a Parigi, quattro settimane fa, credo che fossero rappresentate 6 o 7 leghe. Una squadra capace di creare una sorpresa? A dire il vero sono tanti quelli che hanno lavorato tantissimo. Direi forse Auvergne-Rhône-Alpes o Nouvelle-Aquitaine.

Infine, quali azioni pensate di intraprendere per continuare lo sviluppo dei giovani giocatori?

Per quanto riguarda la federazione, la squadra è davvero a posto con Benjamin Tison, che è stato una recluta importante. È venuto per sostenere la competizione a livello giovanile in Francia. Andiamo ai campionati tutto l'anno, organizziamo eventi per trovare i migliori giovani prima di invitarli ai raduni nazionali. Da lì i migliori vengono seguiti, aiutati economicamente e inseriti nella squadra francese. Ora dovremo evolverci per questi giovani. Hanno bisogno di giocare a livello internazionale...

Giovani braccia sollevate Tolosa padel club interlega 2022

In patria i nostri giovani migliori vengono dalle scuole padel PACA esistenti, perché lì li lucidiamo. Abbiamo creato un rapporto molto stretto con gli allenatori, i maestri e le società. Ma per andare avanti, e continuo a dirlo, occorre avere una massa di giovani. Oggi dobbiamo poter entrare nelle scuole o nelle università per accettarli presto. Coloro che giocheranno al gioco formativo saranno aiutati fin dall'inizio dell'anno scolastico. Dobbiamo avere obiettivi anche sul padel femminile, il che è ancora più complicato. Le ragazze capiranno presto che questo è un argomento davvero interessante. Sono quindi fiducioso per il futuro perché ci stiamo muovendo nella giusta direzione, sia a livello di leghe, comitati, club, ecc. Dobbiamo giocare la partita del futuro!

È stato attraverso suo padre che Auxence ha scoperto il padel, una sera di giugno 2018. Oggi segue con passione il circuito internazionale e stuzzica il pala nel suo club di allenamento, il Toulouse Padel Club. Lo trovate anche su La Feuille de Match e LesViolets.com, due media specializzati sul Toulouse Football Club.