Ve ne avevamo già parlato quest'estate, le padel decollò bene in Cile. Due spiegazioni sono all'origine di ciò: la pandemia e la “rivolta di ottobre” 2019. In effetti sembrerebbe che questi due fattori siano riusciti a far esplodere questa disciplina all'interno del territorio cileno.

Ma che dire di oggi? il padel è davvero progredito? Questo è quello che vedremo subito.

Un successo comprovato

Mentre l'indice di popolarità di padel continua ad aumentare ai quattro angoli del mondo, anche il Cile è morso dal virus della pallina gialla. Va detto che i grandi protagonisti della disciplina non lesinano i mezzi per far crescere questo sport. Infatti, è soprattutto grazie agli investimenti del settore privato che questo successo può essere raggiunto.

Qualche mese fa Cupra ha deciso di insediarsi nel Paese al fianco di un certo Fernando Belasteguin. "Il padel in Cile esiste da molti anni, ma è solo di recente che lo sport ha conosciuto un grande sviluppo. Per me è sempre un piacere venire in Cile perché è passato tanto tempo e ho tanti amici cileni”, ha spiegato la leggenda argentina in un'intervista.

chile padel 2023 wpt
WPT Chile Open 2023 8211 Prima competizione internazionale in Cile

Per quanto riguarda gli eventi, all'inizio dello scorso anno una mostra con alcuni dei migliori del padel mondo come Juan Lebron, Miguel Lamperti, Federico Chingotto o Juan Martin Diaz è stato organizzato per dare ulteriore visibilità alla disciplina. Quest'anno, ancora più stelle erano presenti in questo vicino paese dell'Argentina.

Infine, questa è una delle grandi novità per lo sport cileno, da dal 13 al 19 marzo i migliori giocatori del mondo lasceranno le valigie per un torneo nella capitale del paese per quella che sarà la sua prima competizione di tale portata.

Più di 800 tracce installate nel paese

“Non abbiamo mai visto una crescita così aggressiva come quella di padel. Attualmente ci sono 15 giocatori attivi, circa 000 brani disponibili e nei club la richiesta è aumentata di circa il 500% tra il 300 e il 2018”, premere Fanny Spinoza, rappresentante di Drop Shot in Cile.

Lo avrete capito, di fronte a questo fenomeno sociale e a questa sempre maggiore attrazione per il padel, gli imprenditori hanno dovuto raddoppiare i loro sforzi. Oggi la Federazione Sportiva Nazionale conta non meno di 800 piste costruite nel paese. La maggior parte di essi si trova nella capitale e nei suoi dintorni. Tuttavia, la domanda continua a crescere e nuovi complessi sono già in costruzione. Superare presto il traguardo delle 1000 tracce?

Sebastien Carrasco

Futuro naturopata e appassionato padel, Seb è il gentiluomo della salute/cibo di Padel Magazine. Si destreggia tra pala, quinoa e oli essenziali. Da quasi due anni si occupa con la stessa passione della notizia del pallino giallo.