Focus su Charlotte Soubrié, attuale 180esima giocatrice del ranking FIP e numero 7 del ranking francese.

Il suo debutto in padel

“Ho iniziato padel nel 2018. La prima volta è stato nel mio club, lo Stade Toulousain, che è stato invitato a partecipare all'Open de padel che si è tenuto in Place du Capitole. Ho giocato il torneo femminile con Marylin Lafouresse e poi abbiamo partecipato ad alcune gare insieme.

Durante il Mio Padel Tour, una discussione con l'allenatore dell'epoca Patrick Fouquet mi ha motivato a giocare tornei fuori regione. È così che ho iniziato il mio sodalizio con Marianne Vandaele, che era già internazionale. Abbiamo avuto buoni risultati, siamo riusciti a riunire le selezioni, a Roma, durante gli Europei 2019”.

Una nuova tappa con Lucile Pothier

“Dopo questi due anni con Marianne, mi sono spostato a destra con Élodie Invernon, poi sono tornato a sinistra con Carla Touly l'anno scorso e quest'anno con Lucile Pothier. La nostra associazione è partita bene con a Titolo Urban P2000Padel Carquefou. Poi abbiamo fatto una finale insieme all'Interclubs con lo Stade Toulousain, poi un quarto di finale in Italia, ed eccoci di ritorno da Barcellona dove purtroppo abbiamo perso all'ottavo (6/3 6/3) contro Ana Varo (80) e Amanda Girdo (109).”

“Siamo felici di aver vinto insieme la nostra prima P2000 e di aver partecipato alla FIP. Al momento abbiamo un piccolo problema, ovvero che abbiamo due obiettivi che non sono necessariamente compatibili: migliorare nel circuito internazionale facendo FIP non appena potremo liberarci professionalmente, ma anche giocare nel circuito francese”.

Titolo Pothier Soubrié P2000 Carquefou 2024

Quali sono gli obiettivi di questa stagione?

“Vogliamo entrambi fare bene sul circuito nazionale ma anche migliorare a livello internazionale. Lì abbiamo scelto di andare alla FIP di Barcellona piuttosto che alla P2000 di Caen per fare esperienza entrambi. Se le due gare non si fossero svolte contemporaneamente avremmo fatto anche la P2000.

Vogliamo esibirci in Francia, durante i Campionati francesi in particolare e scalare la classifica FIP, che ci permetterebbe di partecipare alla P2 di Bordeaux e Roland-Garros.

L’obiettivo è ovviamente quello di essere selezionato per la squadra francese per i Campionati Europei e Mondiali”.

“Con tornei come il Roland-Garros, dove ho avuto la possibilità di giocare l'anno scorso o durante World Padel Tour di Tolosa dove ho potuto suonare davanti ai miei amici e alla mia famiglia, fa venire voglia di mettersi in gioco poter rivivere momenti del genere”.

Il suo peggior ricordo padel

“Il Mondiale di Dubai, quando perdemmo contro il Belgio. Davvero, è stato terribile. Quando rappresenti la Francia, cosa che mi sta molto a cuore, perdere una partita del genere fa molto male. Mi ci è voluto molto tempo per superarlo. Per due settimane non sono uscito di casa se non per andare al lavoro. Dobbiamo migliorare per evitare che si ripetano momenti come questo”.

I suoi momenti migliori padel

"La mia prima selezione, la prima volta che ho potuto indossare questa maglia azzurra, sentire la Marsigliese... Sono emozioni molto forti, adoro questa sensazione di rappresentare il mio Paese".

“Quando ho vinto la mia prima P2000, è stato l'anno scorso con Carla Touly a Tolosa, davanti a tutti i miei amici e la mia famiglia. Uscivamo da una partita persa in tre set nelle qualificazioni al Roland-Garros che ci aveva regalato due o tre notti insonni, e siamo riusciti a rialzarci con questa vittoria!”

"C'è stato anche questo primo titolo di Campione di Francia con lo Stade Toulousain, è il mio club preferito, il mio club di sempre, e vincere i primissimi Interclub e portare a casa il trofeo, è stato un momento eccezionale".

“La finale contro la Spagna agli Europei di Marbella… La vittoria con Alix contro l’Italia a Doha, i Mondiali Senior Plus ad Alicante dove abbiamo vinto la medaglia d’oro con Mélanie nell’Open, è stato incredibile, la medaglia d’argento nelle Nazioni competizione, rimane un ricordo incredibile. Infine, ho tanti ottimi ricordi grazie a padel ! "

Team Padel Mag

il team Padel Magazine cerca di offrirti dal 2013 il meglio di padel, ma anche sondaggi, analisi per cercare di capire il mondo padel. Dal gioco alla politica del nostro sport, Padel Magazine è al tuo servizio.