Meno di 24 ore dall'attesissimo World Padel Tour Inglese umano Padel Apri, Padel Magazine ha parlato con il bambino del paese, Bastien Blanqué. Come ci racconta lui stesso, il Tolosain, attuale numero 6 francese, è impaziente di calpestare il 20×10 nella sua terra.

Discutiamo con lui delle sue impressioni sul torneo, del suo esordio al Blagnac e raccogliamo i suoi sentimenti sul fatto di non beneficiare di un wild-card per questo grande incontro a casa sua.

“Un orgoglio giocare a Tolosa”

“Sono molto felice di giocare a Tolosa, per me è motivo di orgoglio perché ci sarà tutta la mia famiglia, tutti i miei amici ei miei sponsor che verranno a vedermi giocare. Inoltre, conosco il club, sarà fantastico, con una grande atmosfera. E per me chissà il padel per più di 10 anni, avendo uno stadio di World Padel Tour a Tolosa è semplicemente fantastico."

Qual è stato il record sin dal suo inizio?

“Ho iniziato padel a Blagnac nel club di Padel E poi sono andato ad allenarmi a Tolosa Padel Club e ora allo Stade Toulousain.

Se dovessi citare i punti positivi della mia carriera, direi sicuramente il fatto di aver iniziato in un piccolo sodalizio e di aver potuto percorrere le tappe per essere incoronato tre volte campione di Francia. Suono anche in un circuito internazionale ed è probabilmente quello di cui sono più orgoglioso.

pastore dalla faccia bianca

Le sue impressioni sul fatto di non aver beneficiato di una Wild Card...

Questo è un argomento di cui si è parlato sui social network. Bastien Blanqué partirà in preprevia, cioè proprio all'inizio della competizione. Non poteva beneficiare di a wild-card per integrare direttamente il tavolo finale a differenza dei suoi compagni Benjamin Tison, Johan Bergeron e il suo compagno nel circuito francese Thomas Leygue.

È stato difficile da digerire perché essere tre volte campione di Francia, vicecampione di Francia con Thomas Leygue l'anno scorso e avere un progetto internazionale, penso che queste siano cose che contano in una carriera da giocatore. Potrebbe essere un sogno d'infanzia poter partecipare a un tavolo finale del World Padel Tour, inoltre nella sua città natale. Pensavo che essendo della zona avrei avuto più fortuna. Purtroppo non è stato così.

È un peccato e difficile da accettare, questa decisione mi ha rattristato in quel momento. Integrare il tabellone principale avrebbe potuto essere una grande opportunità per me perché vincere 20 o 30 punti diretti può essere utilizzato per la classifica. Inoltre, giocare coppie più forti nelle classifiche ti consente di progredire più velocemente.

Faccio fatica a capire questa decisione da parte degli organizzatori, poi è così, è il gioco che devi accettarlo e domani si cominciano le qualificazioni quindi daremo tutto per ottenere questo tavolo”.

“Daremo tutto domani”

“Giocherò questo torneo con Giuria Francesco, che è un po' meglio classificato di me (169°). Ha un livello molto buono, un profilo molto spagnolo, vale a dire che tira tanti palloni, che sa colpire. È molto completo. Soprattutto perché ha già suonato alcuni previas l'anno scorso. Mi sono offerto di accompagnarmi in questa competizione e lui ha accettato con piacere.

Ci siamo allenati come meglio potevamo. Oggi abbiamo fatto un buon allenamento a Tolosa per dare tutto domani”.

Ricordiamo che Bastien Blanqué et figlio partenaire inizierà la competizione questa domenica dalle 16:00

Sebastien Carrasco

Fan di padel e di origine spagnola, il padel scorre nelle mie vene. Molto felice di condividere con voi la mia passione attraverso il riferimento mondiale di padel : Padel Magazine.