Il seme numero 4 finalmente viene sotto i riflettori su Bordeaux Premier Padel P2. Fallers della coppia Osoro/Marrero (6/1, 7/6), l'argentino e il portoghese hanno espresso le loro sensazioni Padel Magazine.

Una qualificazione preziosa in semifinale

Virginia Riera: “È stata una partita molto dura. Abbiamo iniziato bene, ma dal 4/1 ci siamo complicati un po' le cose. La cosa più importante è esserci riusciti e siamo molto contenti di essere ancora in corsa. Approfittiamo del pubblico francese e vivremo un'altra semifinale Premier Padel. "

Sofia Araujo: “A volte abbiamo sbagliato un punto e non sempre le cose sono andate come avremmo voluto, ma va bene così. Sono felice di essere a Bordeaux per un'altra metà. »

Marta Marrero, il ritorno di una “concorrente nata”

VR: “Personalmente sono stato molto felice di vederla tornare sul circuito, sono stato felicissimo di giocare di nuovo contro di lei. Lei è una competitrice nata, rende sempre le partite difficili. Ma fortunatamente siamo riusciti a vincere. »

Virginia Riera / Sofia Araújo

Una rinascita dopo la prima separazione?

SUO : “Il 2023 è stato un anno complicato per me. Ho cambiato spesso partner a causa delle circostanze, ma sono felice di giocare con “Vi”. Ci stiamo arrivando a poco a poco, stiamo ottenendo sensazioni migliori. Abbiamo avuto dei buoni tornei all'inizio e continuiamo a divertirci. »

VR: “Penso che siamo cambiati dall’ultima volta che abbiamo giocato insieme (nel 2019, ndr). Siamo cresciuti separatamente, ma oggi combattiamo insieme. »

SUO : “Ci sono momenti nella tua carriera in cui devi separarti. Suonavamo insieme da due anni e avevamo bisogno di un cambiamento. È stata una buona cosa perché alla fine ognuno di noi ha progredito per conto suo. Spero che la nostra coppia continui! »

2024, un anno senza tempi morti!

SUO : “È una stagione molto impegnativa. Abbiamo tanti tornei da fare, oltre a quelli di Premier Padel. Ho giocato qualificazione agli Europei 2024 con il Portogallo e sono orgoglioso di aver varcato la soglia europea. Sono venuto direttamente a Bordeaux, ma non sono stanco! »

È stato attraverso suo padre che Auxence ha scoperto il padel, una sera di giugno 2018. Oggi segue con passione il circuito internazionale e stuzzica il pala nel suo club di allenamento, il Toulouse Padel Club. Lo trovate anche su La Feuille de Match e LesViolets.com, due media specializzati sul Toulouse Football Club.